Parliamo di ... Tosse ?‍?

La tosse è un sintomo che accompagna diverse patologie e condizioni di vario grado di intensità. E’ un riflesso che serve a ripulire le vie aeree da secrezioni o materiale inalato con una forte pressione che sfoga verso l’esterno. E’ quindi una funzione del nostro organismo che ha uno scopo di difesa. Molto spesso motivo di preoccupazione per i genitori, vediamo quando e come realmente è il caso di intervenire.

La tosse acuta nella maggior parte dei casi si risolve in pochi giorni, il più delle volte è causata da infezioni virali e non c’è una terapia specifica per curarla anzi come è stato sottolineato è un meccanismo di difesa per ripulire le vie aeree dai germi.

Molti episodi si verificano da contagi con persone affette da forme virali e possono susseguirsi anche in episodi ravvicinati.

Nei neonati il meccanismo della tosse non è ancora sviluppato, ecco che in presenza di sindromi da raffreddamento si impone il lavaggio nasale con soluzioni fisiologiche che aiutano a mantenere le prime vie aeree libere e ad allontanare i depositi di germi.

Può essere accompagnata dalla presenza di muco e in quel caso parliamo di tosse catarrale, spesso presente in episodi di raffreddore, bronchite e broncopolmonite.

Può essere presente nell’asma allergico, nell’inalazione da corpo estraneo, nelle malattie infiammatorie della laringe e della faringe.

La tosse acuta può essere presente inoltre nella pertosse, malattia che può essere prevenuta con la vaccinazione.

Infine esiste una forma di tosse psicosomatica, stizzosa, abbaiante, che di solito insorge intorno ai 5-6 anni; diagnosi che viene effettuata scartando tutte le altre possibili cause, la tosse sparisce rassicurando il bambino e seguendolo nel suo sviluppo.

QUANDO E COME TRATTARE LA TOSSE. Se la tosse non disturba il bambino e dura pochi giorni, non c’è motivo di allarmarsi. Se il bambino è molto piccolo si impone una visita pediatrica per effettuare una diagnosi ma se è più grandicello, si può restare in attesa senza intervenire se non mantenendo le vie aeree pulite con lavaggi nasali con soluzione salina e somministrando liquidi caldi  appropriati all’età del bambino. A partire dal secondo anno di età si può somministrare del miele che aiuta a lenire la tosse (ricordiamo che il miele è sconsigliato nei bambini di età inferiore a un anno).

Se la tosse persiste per molti giorni o è motivo di disturbo per il bambino, è opportuno farlo visitare. Naturalmente la visita è d’obbligo in presenza di febbre per impostare il trattamento di una eventuale forma batterica. Si sconsiglia di intraprendere terapie senza il consiglio di un medico; l’utilizzo di farmaci per aerosol (li’ dove indicato, per esempio nelle forme con broncospasmo) o per bocca, deve essere sempre successivo ad una visita del bambino.

 

Dalla parte dei bambini ❤️

 

 

© LUCA - AGENZIA DI SERVIZI PER L'INFANZIA | 00992560946 | All rights reserved.
Designed by ENIA.