Parliamo di ... SIDS ? ?

 

La SIDS (dall'inglese Sudden Infant Death Syndrome) o morte in culla o morte improvvisa del lattante è la morte improvvisa e inspiegabile di un bambino al di sotto dell'anno di età.

È più frequente nei primissimi mesi di vita e rappresenta una delle cause principali di morte nel primo anno di vita. Nel nostro Paese, si stima che vada incontro a morte in culla 1 nato su 2000.

Riguarda quasi sempre bambini apparentemente sani. Il decesso si verifica di solito durante il sonno e per questo è chiamata ‘morte in culla’.

 

Le cause della morte in culla non sono note nonostante moltissimi studi e ricerche.

Sono noti alcune condizioni e fattori di rischio favorenti la possibilità che un piccolo bambino vada incontro a morte in culla tra cui, in particolare, nascita prematura o immaturità del sistema respiratorio.

Inoltre sono stati dimostrati fattori ambientali che aumentano il rischio di morte in culla tra cui:

  • Dormire prono (a pancia in giù) piuttosto che sulla schiena
  • Fumo della madre in gravidanza
  • Dormire con i genitori o con i fratelli grandi
  • Dormire su materassi troppo soffici, con troppe coperte, cuscini, peluches
  • Essere esposti al fumo passivo di sigaretta in casa
  • Nascere da una madre di età inferiore a 20 anni

Si diagnostica la morte in culla quando si possono escludere tutte le cause di morte conosciute.

 

 Esistono prove scientifiche che alcune misure ambientali – approvate dalla AAP (American Academy of Pediatrics) e dai CDC (Centers for Disease Control and Prevention) - sono in grado di diminuire in misura concreta il rischio che il piccolo bambino vada incontro a morte in culla. 

Durante il primo anno di vita le misure che si sono dimostrate utili per ridurre il rischio di morte in culla sono:

  • Adagiare sempre il bambino a letto in posizione supina (sulla schiena) sia di giorno che di notte. Anche dormire sul fianco non è sicuro e non è consigliabile ( nel caso il bambino soffra di reflusso, posizionare la testa leggermente sollevata ma sempre in posizione supina)
  • Nel caso si utilizzino lettini di grandezza molto superiore al neonato, posizionarlo con i piedini che toccano la sponda inferiore
  • Allattare al seno protegge dalla morte in culla
  • Utilizzare una base piatta e solida, come un materasso per la culla o per il lettino coprendo il bambino soltanto con un lenzuolino e una copertina ben tirati oppure utilizzando un sacco-nanna. I materassi morbidi, compresi quelli in memory foam possono creare delle tasche o delle incavature, pericolose perché aumentano il rischio di soffocamento. Per la stessa ragione non sono consigliabili i materassini morbidi e sottili da utilizzare sopra il materasso
  • I copri-materassi, utilizzati per proteggere il materasso dalla pipì del bambino, devono essere sottili e perfettamente aderenti e fissati al materasso
  • Tenere la culla o il lettino nella stessa camera in cui dormono i genitori fino all'anno di età offre una notevole protezione dalla morte in culla
  • Non dormire mai nello stesso letto con il piccolo e non lasciarlo dormire con i fratellini più grandi
  • Divani e poltrone sono estremamente pericolosi: aumentano non soltanto il rischio di morte in culla, ma anche di soffocamento e di intrappolamento della testa del bambino tra i cuscini
  • Tener fuori dalla culla qualsiasi oggetto, specie quelli morbidi come coperte, trapunte, piumini, asciugamani di spugna, cuscini e giochi di peluche
  • Non coprire mai la testa del piccolo con berretti o cuffiette e non lasciare che la temperatura nella culla salga eccessivamente. E’ preferibile una temperatura nella stanza dove dorme il piccolo, intorno ai 18°-20°C
  • Non permettere a nessuno di fumare in casa o in auto
  • Offrire il ciuccio quando mettiamo a letto il piccolo per dormire riduce il rischio di SIDS.

 Per evitare il rischio di strangolamento, il ciuccio non va appeso al collo e neppure agli indumenti del bambino

 

Prima della nascita:

  • Un’assistenza sanitaria regolare e appropriata in gravidanza riduce il rischio di morte in culla
  • Non fumare durante la gravidanza (fumare triplica il rischio di morte in culla) e stare lontane dalle persone che fumano
  • Non assumere mai alcol o sostanze tossiche come le droghe d'abuso

© LUCA - AGENZIA DI SERVIZI PER L'INFANZIA | 00992560946 | All rights reserved.
Designed by ENIA.